Riomaggiore

La riapertura della Via dell'Amore potrebbe avvenire nel 2023 o 2024.



La Via dell'Amore

La Via dell'Amore è una strada lastricata a picco sul mare che unisce in poco più di un chilometro Riomaggiore e Manarola. Considerata l'attrazione più grande delle Cinque Terre, per i suoi suggestivi panorami, la Via dell'Amore fa parte del sentiero Verde Azzurro (SVA2, 592-1) che unisce i borghi delle Cinque Terre lungo la linea di costa. Fino a qualche anno fa conosciuto solo come Sentiero Azzurro, a causa della franosità e fragilità della zona, non sempre è percorribile nella sua intera lunghezza. La Via dell'Amore è infatti purtroppo chiusa dal 2012, a seguito di una frana. Nel 2015 è stato riaperto un piccolo tratto lato Manarola, di circa 200 metri. Il percorso è lastricato, dotato di ringhiera e praticamente pianeggiante a circa trenta metri d'altezza.
La sua costruzione può considerarsi un effetto collaterale e una casualità. Nel 1920, i lavori per la realizzazione del doppio binario della ferrovia lungo la tratta Genova-La Spezia, portarono alla creazione di questa strada come deposito del materiale esplosivo necessario per le esplosioni controllate. Alla fine dei lavori, gli abitanti presero ad usare poco a poco il sentiero, molto più comodo e veloce rispetto all'antica mulattiera di collegamento tra i due borghi, la Via Beccara.
Il nome venne forse dato da un anonimo che scrisse all'inizio e alla fine della strada: Via dell'Amore. L'estrema bellezza causò un importante aumento di turisti e innamorati di tutti il mondo.
Durante gli anni Novanta rimase per diverso tempo chiusa, a causa del pericolo di frane. Negli anni 2000 è quasi sempre stata aperta, venendo richiusa per circa un anno dopo l'alluvione dell'autunno del 2011.
La Via dell'Amore sarà usufruibile con la Cinque Terre Card.

Aggiornamento novembre 2021
Entro metà gennaio 2022, cominceranno i lavori per la messa in sicurezza e la riapertura della Via dell’Amore. L'obiettivo è che sia nuovamente fruibile nell'estate 2024, grazie alle opere di consolidamento e rifacimento del sentiero, resi possibili da un finanziamento di più di 13 milioni di euro.
I lavori riguarderanno l’installazione di reti, ancoraggi, chiodature e barriere paramassi, il consolidamento della galleria paramassi esistente, la demolizione e il rifacimento totale di un breve tratto di galleria lato Manarola, il rifacimento della pavimentazione, nuove ringhiere e un rinnovato arredo urbano.
Inoltre è prevista la realizzazione di opere di difesa a mare.