Le Cinque Terre.org


Monterosso-Vernazza


Il percorso del sentiero Monterosso-Vernazza.



592-4 (SVA2) Monterosso - Vernazza

Tempo di percorrenza: 2 ore e 15 minuti. (Ritorno: 2 ore)
Difficoltà: EE - Per escursionisti esperti
Lunghezza: 3.668 km
Dislivello: 217 mt

Da Piazza Garibaldi si procede verso la spiaggia del centro storico, prendendo verso sinistra per iniziare la salita lastricata cha sale lungo la scogliera. Da qui si comincia la salita tra i vigneti, alternando ripide scalinate a stretti tratti in pianura. Il sentiero segue il crinale della collina e continua all’ interno della Valle di Acquapendente oltepassando un ponticello a schiena d’asino in pietra. Aggirato un contrafforte, si passa il Rio Molinaro. Comincia qui la lieve discesa che porterà fino a Vernazza, con punti panoramici indimenticabili come a Scoglio del Frate o Punta Linà. Ormai vicini alla meta, il sentiero discende bruscamente verso l’abitato, offrendo viste da cartolina sopra la chiesa di Santa Margherita.

Monterosso - Madonna di Soviore


Il percorso del sentiero Monterosso - Madonna di Soviore



509 (ex n. 9) Monterosso - Madonna di Soviore

Tempo di percorrenza: 1 ora e 45 minuti. (Ritorno: 1 ora)
Difficoltà: E - Escursionistico
Lunghezza: 2.467 km
Dislivello: 468 mt
Punti acqua: al santuario di Soviore

Mulattiera storica tra Monterosso e il santuario, il percorso comincia nel centro storico, salendo lungo Via Roma, la carrozzabile che attraversa il paese, fino a prendere sulla destra la scalinata verso il santuario. Tra fasce terrazzate di ulivi e orti di limoni, il percorso procede in salita diventando una mulattiera, in alcuni punti un sentiero e anche in parte asfaltata fino ad incrociare la strada carrozzabile per Monterosso. Superata la strada, si prosegue in un bosco di castagni e acacie, riprendendo a essere mulattiera. In località Santa Maddalena incontriamo la "Cappella del Ritrovamento", dove seconda la tradizione venne rinvenuta la figura della Madonna conservata nel santuario. Ormai in vista del santuario, il sentiero finisce con i pochi gradini che collegano il Santuario con la soprastante SP 51.

Monterosso - Sant'Antonio Mesco


Il percorso iniziando nei pressi della statua del Gigante.



590 (SVA) Monterosso - Sant'Antonio Mesco

Tempo di percorrenza: 1 ore e 15 minuti. (Ritorno: 1 ora)
Difficoltà: E - Escursionistico
Lunghezza: 2.493 km
Dislivello: 301 mt
Punti acqua: fontana a Fegina

Il sentiero comincia alla fine della spiaggia di Fegina, nei pressi della statua del Gigante. Salendo lungo una scalinata e poi un tratto di strada asfaltata, si giunge vicino all'Hotel Bellevue, continuando a salire nella macchia mediterranea, un po' su scalini, un po' su sterrato. Si incrocia il sentiero 591 verso Levanto e i resti dell'eremo di Sant'Antonio del Mesco.