Le Cinque Terre.org


Manarola-Corniglia



Sentiero azzurro: 592-2 (SVA2): Manarola - Corniglia (CHIUSO)

Tempo di percorrenza: 1 ora e 15 minuti.
Difficoltà: E - Escursionistico
Lunghezza: 2.184 km
Punti d'acqua: diversi punti

Da Manarola si procede verso la Marina di Manarola e quinde ci si inerpica verso il cimitero. Qui s’incontra un bivio all’altezza di una cappelletta della Madonna risalente al 1860. Andando a destra si arriva alla frazione di Volastra passando dal Poggio Le Croci, mentre tenendo la sinistra, si continua il cammino verso Corniglia con un sentiero praticamente in piano. L’ultimo tratto del percorso costeggia per circa un chilometro lo spiaggione artificiale creato durante i lavori di costruzione della vecchia ferrovia. Prima di arrivare alla stazione ferroviaria di Corniglia si passa per la Valle Asciutta. Attraversato il canale, si costeggia la spiaggia di Corniglia e si giunge alla stazione. Per arrivare in paese, è necessario salire i 377 gradini della scalinata Lardarina a 90 metri sul livello del mare. Il dislivello del sentiero è di 120 metri.

Manarola-Riomaggiore



Sentiero azzurro: 592-1 (SVA2): Manarola - Riomaggiore. La Via dell'Amore (CHIUSO)

Tempo di percorrenza: 25 minuti.
Difficoltà: T - Turistico
Lunghezza: 1.112 km
Punti d'acqua: diversi punti

Dalla strada principale di Manarola si passa per la stazione ferroviaria percorrendo la galleria pedonale, e si sale una corta scalinata che porta al passaggio ricavato sul muro di sostegno della ferrovia. Qui comincia il tratto più famoso del sentiero azzurro, la “Via dell’Amore”, una passeggiata pedonale intagliata nella roccia e aperta sul mare.
La prima parte è caratterizzata dalle argilliti, che in alcuni punti formano il letto stesso del sentiero. Si continua poi lungo un tratto orizzontale costeggiato dalla stratificazione rocciosa, detta “arenaria di Riomaggiore”, con inclinazioni quasi verticali e colorazioni grigie chiare e scure. La poca vegetazione è formata da ruta, finocchio di mare, euforbia arborea e cineraria. Il tratto succesivo è interessato anch’esso dalle formazioni stratificate di arenaria, più sottili qua, e dallo stesso tipo di vegetazione. Arrivati ad un promontorio roccioso, il percorso cambia direzione e si dirige verso l’interno, raggiungendo la stazione ferroviaria di Riomaggiore, e quinde Via Telemaco Signorini, copertura del rio Ruffinale. L’ultimo tratto di sentiero è aperto sulla scogliera e aggirato l’ultimo sperone roccioso, si lascia la vista sul mare e si entra in paese attraverso la strada che conduce al piazzale della chiesa di San Giovanni Battista.

Sentiero 531 Riomaggiore - Manarola (via Beccara)



Sentiero 531 Riomaggiore - Manarola (via Beccara)

Tempo di percorrenza: 1 ora
Difficoltà: EE - Escursionisti esperti
Lunghezza: 1.470 km
Dislivello: 202 mt

L'antico collegamento tra Riomaggiore e Manarola, l'unico in uso fino alla costruzione della ferrovia e della Via dell'Amore, sale ripidamente dalla stazione dei treni di Riomaggiore da cui, lungo Via Signorini fino all'incrocio sulla sinistra con Via Tracastello, che introduce nella valle del canale Rio Final.
Tra orti coltivati si arriva a un ponticciolo, da cui inizia la lunga scalinata che porta fino al crinale della Costa Corniolo, per poi scendere sulla sinistra verso Manarola sempre lungo un'antica scalinata.

Manarola - Sella di Monte Marvede



Sentiero 506 (EX 6): Manarola - Volastra (Santuario di Nostra Signora della Salute) - Sella di Monte Marvede

Tempo di percorrenza: 2 ore e 40 minuti.

Difficoltà: E - Escursionistico
Lunghezza: 4.031 km
Dislivello: 635 mt
Punti acqua: Una fontana al bivio con il numero 502 e 506V; una fontana a Volastra.
Da Manarola si sale lungo Via Discovolo verso l'uscita del paese e salendo lungo una mulattiera fino ad arrivare a Pie di Fiesse, nei pressi della strada litoranea, percorrendo per un breve tratto l'asfalto verso Groppo. Si sale quindi sulla sinistra per Volastra, lungo l’antica scalinata comunale. Arrivati all'abitato e al santuario di Nostra Signora della Salute, si supera la SP51, poco prima del cimitero di Volastra, il sentiero comincia a salire sulla sinistra verso case Bovera a 450 metri, dove finiscono i terrazzamenti e inizia la zona boschiva, fino a raggiungere la sella sud-est del Monte Marvede.

Volastra - Case Pianca



Sentiero 586 (EX 6d): Volastra - Case Pianca

Tempo di percorrenza: 50 minuti.
Difficoltà: E - Escursionistico
Lunghezza: 2.377 km
Dislivello: 121 mt
Punti acqua: una fontana a Volastra.

Il sentiero 586 si snoda a mezzacosta da Volastra fino all'incrocio con il percorso 587, quasi nei pressi della località Case Pianca. Dal piazzale del santuario di Volastra, il percorso costeggia sulla sinistra la Strada Provinciale dei Santuari in direzione nord-ovest, tra vigneti e muretti a secco, passando dalla località Case Porciana. Superato il piccolissimo abitato, si entra in un bosco di pino marittimo proseguendo fino all'incrocio con il sentiero 587 Corniglia-Sella Marvede sotto Case Pianca.

Volastra - Sella di Monte Galera



Sentiero 585 (EX 6b): Volastra - Sella di Monte Galera

Tempo di percorrenza: 45 minuti.
Difficoltà: E - Escursionistico
Lunghezza: 1.925 km
Dislivello: 232 mt
Punti acqua: una fontana a Volastra.

Il percorso sala da Volastra fino al confine con la Val di Vara lungo un'antica mulattiera. Dal paese, il sentiero sale tra boschi di castagni, battendo il versante sud-est del monte Le Croci prima e quello sud del Monte Capri poi. dove il bosco si fa misto castagni e roverelle. Sotto il valico di Costa Galera, il percorso di unisce al sentiero 502 arrivando fino alla Sella del Monte Galera.

Telegrafo - Volastra



Sentiero 530: Telegrafo - Volastra

Tempo di percorrenza: 2 ore e 40 minuti.
Difficoltà: T - Turistico
Lunghezza: 9.719 km
Dislivello: 195 mt
Punti acqua: una fontana a Volastra.

Percorso turistico interamente carrabile, ripercorre la vecchia strada dei Santuari. Dal colle del Telegrafo, a cui si giunge su strada asfaltata, il percorso comincia lungo una strada sterrata inizialmente pianeggiante. Dopo circa 800 metri si biforca scendendo lungo un tratto asfaltato. In località Casarino, a 405 mt, un bivio sulla sinistra consente di imboccare il sentiero 593 per il Santuario della Madonna di Montenero e Riomaggiore.
Il 530 prosegue invece lungo una sterrata fino a Volastra, attraversando i sentieri 501, 502 e 506V.