Le Cinque Terre.org


Cantina di Sciacchetrà
Cantina di Sciacchetrà




Vini delle Cinque Terre

Indice delle informazioni sui vini delle Cinque Terre:


- Zona di produzione
- Storia
- Vitigni
- Caratteristiche
- Tipi di vini
- Abbinamenti
- Altre uve
- Aziende agricole

Tempo di lettura: 3 minuti.

Zona di produzione
La zona di produzione del Cinque Terre DOC e dello sciacchetrà rientra nel territorio del Parco Nazionale delle Cinque Terre, caratterizzato dai terrazzamenti duramente lavorati dall’uomo e dai famosi muretti a secco, che proteggono le piante dal vento, con le viti coltivate sdraiate, all'altezza massima di un metro, e riflettono il sole favorendo la maturazione dell'uva. I vitigni sono favoriti da terreni facilmente permeabili, dal clima mite e dall’esposizione al sole.
Alberi da fico sono posizionati strategicamente per dare ombra nei momenti di riposo e le agavi per indicare i confini e lo sbocco per le stradine sulle ripide scale di pietra.

La storia
I vini delle Cinque Terre sono letteralmente famosi da secoli. Già Plinio in epoca romana celebrava i vini della zona, a Pompei vennero ritrovate anfore recante il nome di "Cornelia", contenenti vino di Corniglia. In epoca medievale il Boccaccio ricorda nel Decameron il vino di Corniglia e il Petrarca nomina Monterosso e ancora Corniglia nel poema Africa, a proposito del vino della zona.
E così via nei secoli, fino al 1920, quando la fillossera distrugge tutti i vigneti, poi reimpiantati con viti americane.
Il 1973 è un anno importante, con la creazione della cantina sociale e della cooperativa agricola, che da allora hanno portato avanti il recupero di terrazzamenti e muretti a secco con l'aiuto del Parco Nazionale delle Cinque Terre, istituito nel 1999.

Vitigni
- Bosco: minimo 60%
- Albarola: fino al 20%
- Vermentino: fino al 20%

Caratteristiche
Colore: giallo paglierino più o meno intenso, vivo;
Profumo: intenso, netto, fine, persistente;
Sapore: secco, gradevole, sapido, caratteristico;
Acidità totale minima: 5,0 g/l.

Tipi di vini
I vini più famosi delle Cinque Terre sono il vino Cinque Terre Bianco DOC e lo Schiacchetrà, pregiato vino liquoroso, prodotto da uva passita. Anche il limoncino è molto diffuso, ricavato dai limoni della zona.
Lo Sciacchetrà si ottiene con le uve vermentino, bosco e albarola, lasciate appassire su speciali graticci al fresco, fino ad autunno inoltrato. Nei chicchi si ha un’alta concentrazione zuccherina.

Dalla vinificazione separata delle uve provenienti da alcune zone storiche nascono i vini delle "Coste":

Costa de Campu di Manarola
Costa de Sera di Riomaggiore
Costa da Posa di Volastra.

Abbinamenti
Cinque Terre Biancho DOC e vini delle Coste:
- acciughe sotto sale
- insalate di mare
- paste liguri: pansotti, trofie, renette
- risotto alla marinara
- secondi piatti a base di pesce: rombo, spigola, orata, san pietro, cima alla genovese, cappon magro
- torte di verdure, focaccia, farinata

Sciacchetrà:
- formaggi piccanti
- pasticceria secca
- pandolce genovese
- dolci con mandorle o nocciole

Altre uve
- Le uve per i vini da tavola sono la galletta, la regina di Puglia, la moscatella e l’albarola.
- Le uve per i vini dolci o bianchi secchi sono l’ albarola trebbiana, il biancorotto, il bruciapagliaio, il piccabon.
- Per i bianchi da tavola: fiore di bosco, rappolungo, fogliaccia, ruspara e sesagra.
- Lo sciacchetrà nero si ottiene invece con la "magnagra".

Aziende agricole
Il recupero dei vigneti, dei terrazzamenti e dei muretti a secco non potrebbe essere possibile senza l'impegno delle diverse aziende agricole presenti alle Cinque Terre. In questa sezione sono descritte tutte le aziende agricole, produttrici di vino, ma anche di miele e olio, delle Cinque Terre:
Le aziende agricole delle Cinque Terre.