Le spiagge

Le Cinque Terre hanno un profilo frastagliato lungo le cinque miglia di costa rocciosa racchiuse da due promontori. Speroni di pietra a picco sul mare, minuscole insenature, baie, anfratti, spiaggette tra gli scogli sono la caratteristica, un paesaggio unico al mondo con mare cristallino.

Dove fare il bagno alle Cinque Terre
Dove fare il bagno alle Cinque Terre


Cosa vedere alle Cinque Terre

Le Cinque Terre non sono solo natura, sole e spiagge. I cinque borghi marinari racchiudono piacevoli sorprese nella loro tipica architettura in cui si evidenzia la storia di queste terre. I santuari mariani innanzitutto, collegati tra loro da sentieri e raggiungibili anche in macchina, i resti dei castelli e delle fortificazioni murate eretti per contrastare la minaccia saracena e le chiese nel tipico stile gotico-ligure che le contraddistingue.

Arte cultura e tradizioni
Santuari delle Cinque Terre

Trekking e tempo libero

La descrizione dei sentieri che uniscono le Cinque Terre, dalla Via dell’Amore ai percorsi sui colli. Le informazioni sul diving, le aree protette e le spiagge.

Natura e tempo libero

Gastronomia Cucina e vino

Non solo mare, le Cinque Terre offrono sentieri sui colli percorribili a piedi, passeggiate tra i borghi, gite in barca, visite a santuari, una cucina e vini di prima qualità. Le Cinque Terre sono Parco Nazionale e dal 1997 Patrimonio dell’Umanità tutelato dall’Unesco.

Gastronomia, cucina e vino

Domande frequenti FAQ

Domande frequenti sulle Cinque Terre: come arrivare, dove parcheggiare, i centri di accoglienza, Cinque Terre Card, orari dei treni, orari degli autobus, orari dei battelli...


Domande sulle Cinque Terre
Domande sulle Cinque Terre

La Cinque Terre Card




Il blog

Interventi straordinari sui sentieri del Parco Nazionale delle Cinque Terre

Informa il Parco delle Cinque Terre dell’inizio di interventi straordinari sui sentieri delle Cinque Terre, nello specifico sui sentieri SVA da Corniglia a Monterosso, 509 da Monterosso al santuario di Soviore e parte del 586 da Volastra a Case Pianca.
Per il sentiero da Corniglia a Vernazza e daVernazza a Monterosso, nel pieno del sentiero verde azzurro, ci saranno interventi consistenti entro il 27 aprile 2021; per il 509 termine previsto per il 28 marzo 2021; per il 586 rifacimento di tre porzioni di muri a secco entro fine dicembre.

Più in generale verrà rifatta la pavimentazione dissestata e mancante, ricostruiti i gradini in pietra; sostituite staccionate e risistemate canalette in legno per la regimazione delle acque.

Cambio orari infopoint Cinque Terre

Con l’entrata della regione Liguria in area gialla, cambiano gli orari degli Info Point del Parco e dei servizi igienici:
Lunedì-venerdì
Info Point La Spezia: 8.30-12.30
Info Point e Servizi igienici Riomaggiore e di Manarola: 9.00 – 13.00
Info Point e Servizi igienici Corniglia: 8.30 – 12.30
Info Point e Servizi igienici Vernazza: 8.00 – 12.00
Info Point e Servizi igienici Monterosso al Mare: 9.00 – 13.00
Info Point Levanto: 9.00 – 13.00

Sabato-domenica
Info Point La Spezia: 8.30-12.30 / 13.00-17.00
Info Point Riomaggiore e di Manarola: 9.00-17.00
Info Point Corniglia: 8.20-12.20 / 13.00-17.00
Info Point Vernazza: 8.00-12.00 / 13.00-17.00
Info Point Monterosso al Mare e Levanto: 9-13 /13.10-17.10

I servizi igienici delle stazioni dei treni (gratuiti per i possessori della Cinque Terre Card):
Riomaggiore, Manarola, Monterosso al Mare: 9.00-17.00
Vernazza: 8.00-12.00/13.00-17.00
Corniglia: 8.30-16.30

La qualità dei vini delle Cinque Terre

Come riporta il Parco Nazionale delle Cinque Terre, sono stati effettuati i controlli annuali dei Carabinieri Forestali, per tutelare la produzione di Vino bianco e Sciacchetrà DOC Cinque Terre, controllando l’intera produzione dei vini “Cinque Terre” e “Cinque Terre Sciacchetrà”.
Le uve utilizzate sono Bosco, Albarola e Vermentino, coltivate e vinificate all’interno del parco.

Lo Sciacchetrà è il risultato del processo di parziale appassimento delle uve. La vinificazione avviene dopo il primo novembre dell’anno della vendemmia e la vendita dopo il primo novembre dell’anno successivo.

Quest’anno, 30 sono le aziende produttrici. Le uve messe ad appassire per lo Sciacchetrà sono state 35.517 kg, dato superiore a quello dello scorso anno. L’anno più prolifico è stato il 2007, con 45.515 kg.