Le Cinque Terre.org

Cantina di Sciacchetrà
Cantina di Sciacchetrà



Vini e territorio

Il paesaggio delle Cinque Terre è caratterizzato dai terrazzamenti di vitigni, duramente lavorati dall’uomo, con alberi da fico in posizione strategica per dare ombra nei momenti di riposo e le agavi per indicare i confini e lo sbocco per le stradine sulle ripide scale di pietra.
I vini più famosi delle Cinque Terre sono il vino bianco secco da tavola D.O.C. Cinque Terre, e lo Schiacchetrà, pregiato vino liquoroso, prodotto da uva passita. Anche il limoncino è molto diffuso, ricavato dai limoni della zona.
Lo Sciacchetrà si ottiene con le uve vermentino, bosco e albarola, lasciate appassire su speciali graticci al fresco, fino ad autunno inoltrato. Nei chicchi si ha un’alta concentrazione zuccherina. È vino a Denominazione d’Origine Controllata dal 1973, come il Cinque Terre Bianco, ottenuto con le stesse uve, i cui vitigni raggiungono un’ altezza massima di un metro o meno. I vitigni sono favoriti da terreni facilmente permeabile, dal clima mite e dall’esposizione al sole.
Dalla vinificazione separata delle uve provenienti da alcune zone storiche nascono i vini delle "Coste": Costa de Campu di Manarola, Costa de Sera di Riomaggiore, Costa da Posa di Volastra.
Le uve per i vini da tavola sono la galletta, la regina di Puglia, la moscatella e l’albarola. Le uve per i vini dolci o bianchi secchi sono l’ albarola trebbiana, il biancorotto, il bruciapagliaio, il piccabon. Per i bianchi da tavola: fiore di bosco, rappolungo, fogliaccia, ruspara e sesagra.
Lo sciacchetrà nero si ottiene invece con la "magnagra" (albarola).